BARREL RACING

          

Gerry Liguori con Ellevi Streakin Six  vincitore Barrel on the Beach 2016

 

Il Barrel Racing è una sorta di rodeo che si disputa negli Stati Uniti. Questa disciplina nacque in America da un gruppo di donne che, stanche di vedere i loro mariti impegnati nel rodeo, idearono il barrel racing (tradotto letteralmente “corsa del barilotto”) per passare il tempo e per divertirsi come i loro uomini. La prima competizione di barrel racing ebbe luogo in Texas. Questa specialità era un percorso standard, chiamato Pattern, che segue una misurazione internazionale stabilita dalle Associazioni americane. I tre barili devono essere posti ai vertici di un triangolo isoscele a una distanza di sicurezza di almeno sei metri dallo steccato. Il tempo parte quando il naso del cavallo raggiunge la linea di partenza e sarà fermato quando il naso del cavallo attraverserà la linea di arrivo. Al segnale dello starter, il concorrente dovrà correre al barile, girargli intorno, dirigersi verso il secondo barile ed infine completare il percorso roteando al terzo e ultimo barile per correre all’arrivo.

 

POLE BENDING

                    

Alessia Nobile con Starlight  vincitrice "Barrel on the Beach 2016"

 

 

Si tratta di una gara contro il tempo dove vengono messe in risalto le doti di velocità e di agilità del cavallo. Bisogna eseguire un percorso a slalom costituito da sei paletti disposti in linea retta ad una distanza di 6,40 metri l’uno dall’altro. Vince ovviamente chi impiega meno tempo e raggiunge il traguardo eseguendo il percorso in modo corretto senza abbattere i paletti.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altro modo acconsenti all'uso dei cookie.